Seleziona una pagina

mercatini di natale a Salisburgo - ImperdibiliI mercatini di Natale di Salisburgo sono sicuramente un’esperienza da non perdere! La famosa espressione “magia del Natale” sicuramente ha ragione di essere usata per questa occasione! L’avvento di Salisburgo infatti è un momento magico e coinvolgente: è un periodo di tradizioni, fatto di biscotti e candele, rami d’abete e bancarelle colorate e festose. È impossibile non risentire dell’atmosfera del Natale se ci si trova in un ambiente simile! La stagione dei mercatini va avanti di pari passo a quella dell’Avvento.

Salisburgo e i mercatini di Natale: al centro storico. L’espressione che è utilizzata per identificare i mercatini di Natale, in austriaco, è Christkindlmarkt. Il primo mercatino, quello più famoso, quello “da piazza”, il più facile a cui avere accesso, è nel centro storico della città. Qui l’aria, annualmente, profuma di vin brulè (bevanda a base di vino, di solito rosso, riscaldato e insaporito con zucchero e spezie) e biscotti tradizionali tipici. Ma non è finita qui! Avete presente quelle scene a mo’ del Canto di Natale di Dickens? Coi cori e i tetti innevati? Bene, qui è uguale! Troverete le stesse identiche cose.

Storia e struttura del mercatino al centro storico. Il mercatino del centro storico si svolge nella piazza del Duomo, prendendo anche buona parte di piazza della Residenza, e ai piedi della fortezza Hohensalzburg, ed è anche conosciuto come quello del Bambin Gesù ed è citato da fonti già nel XV secolo. Infatti il mercatino nasce nel 1491 e la sua funzione era quella di mercatino delle pulci. La trasformazione avvenne nel XVII secolo. Ne abbiamo testimonianza da uno scrtto del cronista Lorenz Hub. Come egli ci testimonia, questo mercatino delle pulci si era trasformato in un mercatino prenatalizio che contendeva il primato di bellezza addirittura a quello di Parigi, di Vienna, di Norimberga e di Amsterdam. L’offerta di merci proposta da ben 95 espositori è divisa in ambiti e ogni ambito ha un suo proprio colore

Cosa  trovare al mercatino del centro storico. Potrete trovare fiori, decorazioni natalizie, candele e incensi, cioè tutti gli accessori per abbellire il vostro Natale; poi abbiamo gli stand dedicati al cibo e alle bevande, leccornie della tradizione natalizia, specialità piccanti e speziate, come anche il punch e il già citato vin brulè, e poi salsicce arrosto, frutta candita, krapfen, speck, zuppe, panpepato e jagatee (un te’ al rum);  prodotti tessili e naturali, quindi prodotti per l’abbigliamento invernale, sia per i grandi che per i piccini; articoli artigianali artistici, sia decorativi che d’uso, e giocattoli pedagogici; dolci a base di caffè e specialità di Natale; bijoux e gioielli: un vasto assortimento dell’arte orafa di Salisburgo.

Presepi e musica. Un vantaggio che proviene dal visitare questo mercatino è quello di poter apprezzare la storica e ormai consolidata tradizione salisburghese dei presepi di Natale. Nel Duomo infatti è ospitato quello che rappresenta la vita di Cristo e sulla piazza della Residenza il centro Heimatwerk organizza per l’occasione una mostra mercato di presepi. La musica, nella città del festival dedicato a Mozart, ovviamente non poteva mancare. A parte i già citati cori natalizi, c’è proprio un vero programma di concerti che si svolgono durante il periodo dei mercatini. La Residenz ma anche molte chiese, la fortezza e il Palazzo Mirabell, ospitano la maggior parte di questi concerti. Per esempio sono proposte le opere di Mozart più famose.

L’evento musicale di maggior rilievo e quello più coinvolgente. Durante il periodo dei mercatini, c’è un evento in particolare che ha un certa importanza: parliamo dei Salzburger Adventsingen (Canti Salisburghesi dell’Avvento). Questi canti di Natale sono proposti al pubblico durante i fine settimana e si svolgono alla Grosses Festspielhaus, che ospita anche il festival estivo. Ci sono oltre 200 persone coinvolte, che portano sulla scena storie riguardanti la sacra famiglia. Nella Gotischer Saal sono proposte delle musiche classiche e popolari al lume di candela, il tutto in una sala gotica davvero affascinante.

Informazioni pratiche. I mercatini di Natale davanti al Duomo e in piazza della Residenza  si svolgeranno  dal 20 novembre al 26 dicembre 2014.

  • Dal lunedì al giovedì, i mercatini aprono le porte ai visitatori alle 10 del mattino e chiudono alle 20.30 di sera.
  • Il venerdì invece chiudono alle 21.
  • Il sabato chiudono alle 21, ma aprono alle 9.
  • La domenica l’apertura è alle 9, ma la chiusura è alle 20.30, come nei giorni infrasettimanali.
  • Ci saranno degli orari speciali nei giorni di Natale: il 24 dicembre l’apertura sarà alle 9 ma la chiusura è prevista per le 15. Il giorno 25 dicembre l’apertura è alle 11 e la chiusura alle 18. L’ultimo giorno, il 26, si rispettano gli stessi orari del giorno precedente, quindi apertura alle 11 e chiusura alle 18.

L’Austria dei mercatini. In Austria sono molte le città che organizzano i mercatini e quelli di Saliburgo sono sicuramente tra i più ricchi ed affascinanti. Quello che si tiene in piazza del Duomo è il più antico della città, ma in Austria ce n’è uno ancora più antico: parliamo del Wiener Christkindlmark, cioè del mercatino viennese del Bambin Gesù. Questo mercatino si svolge da più di settecento anni: al 1296 risale la prima autorizzazione al suo svolgimento, da parte dell’imperatore Albrecht I. Se quello di Salisburgo era un mercatino delle pulci, questo di Vienna era un mercato di generi di prima necessità. Ora è diventato uno dei mercatini di Natale più conosciuti al mondo e dal 1975 è allestito sulla Rathausplatz. Ci sono casette dei mercatini che arrivano quasi a 140 unità che propongono oggetti di artigianato, giocattoli e capi d’abbigliamento, miele e oggetti fatti in vetro. Ovviamente le cibarie non si riducono al solo miele! Ci sono anche caldarroste, dolci e dolcetti speziati, mele arrostite, frutta candita, patate al cartoccio, salsicce, vin brulè e caffè.

Roberto Morra

Web writer e blogger, content editor e community manager. Appassionato di letteratura e viaggi, tutto ciò che può accrescere la formazione personale. Ama scrivere soprattutto di ciò che vede e di ciò che legge. La laurea in filosofia gli consente di essere molto versatile e di adattarsi a qualsiasi argomento.

Latest posts by Roberto Morra (see all)

x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.