Seleziona una pagina

salisburgo - cucina tipica - NockerlUna delle attrazioni più caratteristiche della città, cioè la fortezza che dalla collina domina Salisburgo, offre l’opportunità di gustare la cucina tipica di Salisburgo, perché al suo interno ha una taverna e un ristorante. Che vi troviate nella fortezza, o magari ai mercatini di Natale, caratterizzati da molto stand gastronomici, o semplicemente in giro per la città, non potete fare a meno di gustare qualche prelibatezza tipica del luogo. Quali sono allora i piatti tipici da poter trovare?

Innanzitutto va chiarita una cosa: la cucina di Salisburgo, data la sua posizione geografica, è composta dai piatti e dalle tradizioni tipiche della Bavaria e quelli della cucina austriaca. Tipiche della zona sono innazitutto le zuppe, una delle più conosciute è la Rindsuppe, cioè una zuppa a base di carote, prezzemolo, cipolle, sedano e midollo. Un’altra è la Eachtlingsuppe, zuppa con patate, latte e uova. La Klachelsuppe è invece a base di maiale. Molti piatti della zona, essendo caratterizzata da un clima freddo, sono a base di carne. Passando ai primi piatti troviamo le Kaspressknödel, con polpette di pane e formaggio fritto; Fleischkknödel, primo a base di polpettine di carne e lo Bierfleisch, uno stufato di manzo alla birra. Passiamo adesso ai dolci tipici della zona: il Kaiserschmarrn, che è un tipo di crepes servita con zucchero a velo e succo di mela e/o prugna; ovviamente l’Apfelstrudel, lo strudel di mele tipico austriaco; le Palle di Mozart, in diverse varianti, ma tutte che consistono in delle palline di cioccolato ripiene di marzapane e la famosa Sachertorte, di origine viennese. Un dolce tipico di Salisburgo poi, a parte le Palle di Mozart, ispirate al famoso figlio musicista dela città, sono gli Schneenockerl, anche detti “gnocchi di neve”. Vediamo come si preparano e quali sono gli ingredienti. Va ricordato che il dolce in questione è adatto anche ai celiaci, perché non contiene farina.

La ricetta degli Schneenockerl

Gli ingredienti per prepararli sono (considerando che ci siano quattrocommensali)

  • 4 uova
  • 100 grammi di zucchero a velo
  • 1 bustina di zucchero vanigliato
  • 1 cucchiaino di succo di limone
  • 500 milliletri di latte
  • 70 grammi di cioccolato fondente
  • 30 grammi di burro

Il procedimento per prepararli è molto semplice: STEP 1 la prima cosa da fare è dividere gli albumi dai tuorli; STEP 2 montare gli albumi a neve e aggiungere lo zucchero a velo e lo zucchero vanigliato, e continuare a montare fino a che non si ottiene una massa solida e lucida; STEP 3 riscaldare il latte in una padella molto larga senza farlo bollire; STEP 4 aiutandosi con due cucchiai, formare degli gnocchi, Nockerl appunto, prendendoli dagli albumi e lasciarli immersi nel latte per un paio di minuti per ogni lato; STEP 5 sciogliere il cioccolato a bagnomaria, insieme al burro, che dà ancora più lucentezza e scioglievolezza al cioccolato (si può sciogliere il cioccolato col burro anchenel microonde, ma per farlo ci si deve ricordare di impostare una potenza molto bassa); STEP 6 col cioccolato liquido così ottenuto fare delle strisce sul piatto da portata; STEP 7  togliere gli gnocci dal latte con una schiumarola e disporli sul piatto da portata, dove abbiamo creato le strisce di cioccolato.

Ricordarsi, quando si montano i bianchi, di muovere il frullatore sempre nella stessa direzione, per far entrare bene l’aria e rendere la massa davvero soffice. La padella usata per riscaldare il latte, in cui poi si dispongono gli gnocchi, deve avere un diametro molto largo, perché questi aumentano parecchio di volume quando sono posti nel latte.

Per utilizzare anche i tuorli e il latte che hai usato per cuocere gli gnocchi, puoi farlo, disponendo gli Nockerl su salsa vanigliata, al posto del cioccolato (come vorrebbe anche l’abbinamento originale). Per fare questo devi avere 2 baccelli di vaniglia; 50 grammi di zucchero e un pizzico di sale.

Per preparare la salsa procedere così (il procedimento di preparazione degli gnocchi è lo stesso che vi abbiamo spiegato): tagliare i baccelli di vaniglia sulla loro lunghezza, scaldarli nel latte unendovi metà dello zucchero e un pizzico di sale. A questo punto metti gli gnocchi nel latte vanigliato e quando cotti ponili su un piatto, non conta che sia quello con cui si serviranno gli gnocchi (un consiglio è quello di coprire il piatto con della pellicola in modo che gli gnocchi non si appiccichino). Togli i baccelli dal latte e mescola i tuorli con la metà dello zucchero rimasta. A questi aggiungi il latte, che nel frattempo si sarà rafreddato, e metti la salsa ottenuta sul fuoco, in modo che si ritiri. Il fuoco deve essere medio, sicuramente non troppo alto. Ricordarsi di mescolare durante il procedimento, in modo che l’uovo non si attacchi sul fondo della padella. A questo punto la salsa così ottenuta si può versare in un piatto da portata e ci si possono disporre gli gnocchi sopra.

Roberto Morra

Web writer e blogger, content editor e community manager. Appassionato di letteratura e viaggi, tutto ciò che può accrescere la formazione personale. Ama scrivere soprattutto di ciò che vede e di ciò che legge. La laurea in filosofia gli consente di essere molto versatile e di adattarsi a qualsiasi argomento.

Latest posts by Roberto Morra (see all)

x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.